EDILIZIA: le detrazioni per la sostituzione degli infissi nel 2020.

 

In dirittura la nuova legge di bilancio 2020, da parte della nuova maggioranza giallorossa, che reitererà il bonus edilizia sulla sostituzione degli infissi per il 2020.
Per questo, si potranno sostituire infissi e finestre beneficiando del 50% di sconto fiscale , ma quali sono le spese o lavori assoggettabili al 50% di risparmio?
• Posa in opera di vetri antisfondamento;
• Interventi per installare grate o dispositivi di sicurezza alle proprie finestre;
• Posa in opera di tapparelle con i relativi bloccaggi;
• Interventi per rafforzare recinzioni o cancellate;
• Posa in opera di telecamere per videosorveglianza;
• Posa in opera di sistemi di rilevazione per atti illeciti;
• Posa in opera di sistemi di rilevazione di effrazioni;
• Posa in opera e sostituzione di serrature speciali lucchetti ed altro;
• Riparazione di davanzali o sostituzione, purché se ne conservino i caratteri preesistenti.
• Allargamento delle finestre esterne.
• Sostituzione di infissi già esistenti.

Cosa fare per godere del bonus:
• Assicurarsi che l’intervento sia agevolabile con il bonus ristrutturazione o dall’Ecobonus.
• Gli infissi vanno pagati mediante bonifico parlante, online o postale.
• La documentazione dei lavori e la richiesta vanno conservati per 10 anni.
• Si deve mandare una comunicazione ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori.
• Inserire in dichiarazione la quota spettante. Per gli interventi del 2020, la prima quota risulterà nel modello 730/2021 o nel modello Redditi del 2020.

Leggi anche: EDILIZIA PRIVATA: dopo 30 giorni la DIA è efficace. o anche EDILIZIA: quali sono i criteri per acquistare una casa in costruzione? oppure LE NEWS DELL’EDILIZIA: terremoto i finanziamenti per gli interventi sismici delle attività produttive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *