LE NEWS DELL’EDILIZIA : le agevolazioni sulle ristrutturazioni, chi ne può usufruire?

Nell’ambito delle ristrutturazioni edilizie, siano esse private, siano esse inerenti parti comuni di immobili residenziali, si possono detrarre parte degli interventi effettuati.
Vediamo chi può usufruire di tali detrazioni:
1. locatari o comodatari;
2. soci di cooperative divise e indivise;
3. proprietari o nudi proprietari;
4. titolari di un diritto reale sull’immoble: usufrutto, uso di abitazione o uso di superficie;
5. imprenditori individuali, per gli immobili che non sono beni strumentali;
6. il convivente more uxorio, che non è proprietario dell’immobile da ristrutturare;
7. il familiare convivente del possessore.
Vediamo in cosa consiste l’agevolazione:
le spese inerente lavori su immobili propri o su parti comuni da suddividere fra i soggetti che hanno realizzato la risttrutturazione;
• le spese di cui al punto precedente e con riferimento al solo anno di effettuazione del bonifico per il pagamento;
• l’agevolazione può essere detratta annualmente;
Ma quali sono le spese detraibili:
A. Il 36%, delle somme per lavori di ristrutturazione pagate dall’ 1° gennaio 2018, con un limite massimo di 48.000 euro, per una delle unità immobiliari;
B. Il 50% delle somme per lavori di ristrutturazione pagate dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2017, con un limite massimo di 96.000 euro per una delle unità immobiliari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *