IL PAVIMENTO: come metterlo in opera?

Per procedere alla posa in opera di un pavimento la cosa più importante da tenere in considerazione è la superficie su cui deve essere posto in opera.
La stessa, deve essere piana e pulita da impurità da rimuovere mediante l’utilizzo di prodotti specifici per le malte.
La posa avvine mediante la squadratura della superficie da pavimentare, in particolare onde evitare di vedere frammenti di piastrelle tagliate al centro della superficie da pavimentare si traccia una linea perpendicolare alla porta d’entrata.
E’ da posare la prima fila di piastrelle lungo tale linea, con l’utilizzo dei distanziatori per tenere conto delle fughe.
Si traccia poi, una seconda linea perpendicolare alla prima e lasciando uno spazio di dilatazione perimetrale di 10 mm si posano le nuove piastrelle.
A questo punto viene stesa il collante mediante utilizzo di una cazzuola,coprendo la larghezza superiore alla larghezza di una piastrella e per una lunghezza pari a cinque piastrelle.
Mediante una spatola dentata passata sulla colla si provvede ad uniformare lo spessore, inoltre va stesa la colla anche sul retro di ogni piastrelle e si procede alla stesa delle piastrelle. Se la posizione della porta risulta essere disassata rispetto all’ambiente da pavimentare si parte sempre dalla mezzeria come sopra illustrato.
Fondamentale tra le piastrelle è:
1. Posizionare i distanziatori ai vertici delle piastrelle;
2. Controllare con il battipiastrelle e la stadia l’allineamento e planarità della superficie delle piastelle.
Alcuenpiastrelle dovranno essere tagliate, per cui si procede a definire la linea di taglio, sovrapponendo la piastrella allo spazio vuoto, tracciando la linea di taglio utilizzando un tagliapiastrelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *