LE RISTRUTTURAZIONI: le imposte da pagare per l’acquisto della prima casa.

Ma quali sono le imposte da pagarsi per l’acquisto della prima casa?
Se si acquista da un’impresa e la vendita è esente da Iva l’acquirente di una prima casa deve pagare:
• l’imposta di registro in misura proporzionale del 9%;
• l’imposta ipotecaria fissa di 50 euro ;
• l’imposta catastale fissa di 50 euro.
Diversamente si paga l’Iva per tutte quelle cessioni cessioni effettuate dalle imprese costruttrici o per il ripristino dei fabbricati entro 5 anni dall’ultimazione della costruzione, ovvero per le cessioni di fabbricati abitativi destinati ad alloggi sociali. Per gli stessi sono da pagarsi da parte dell’acquirente:
• l’Iva al 10% per le categorie catastali diverse da A/1, A/8 e A/9;
• l’Iva al 22% per le categorie catastali A/1, A/8 e A/9;
• l’imposta di registro fissa di 200 euro ;
• l’imposta ipotecaria fissa di 200 euro ;
• l’imposta catastale fissa di 200 euro.
Se trattasi di compravendita tra privati, l’acquirente dovrà pagare soltanto:
• l’imposta di registro proporzionale del 9%
• l’imposta ipotecaria fissa di 50 euro
• l’imposta catastale fissa di 50 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *