EDILIZIA: modificata la procedura del Sisma Bonus.

Un nuovo aggiornamento per quanto riguarda il Sisma Bonus, mediante l’approvazione di un Decreto Ministeriale a cura del Ministero delle Infrastrutture che ha aggiornato il Decreto 28 febbraio 2017, n. 58, mediante il Decreto Ministeriale del 9 gennaio 2020. In particolare il, relativo aggiornamento riguarda in particolare la procedura per godere delle detrazioni previste per il sisma bonus che ricordiamo essere interventi di carattere edilizio finalizzati ad una riduzione del rischio sismico, mediante il passaggio a classi di rischio inferiore.
In particolare, detti interventi di edilizia, sono detraibili su parti comuni di immobili condominiali, su abitazioni o su immobili adibiti alla produzione.
Le novità riportate nel suddetto Decreto Ministeriale sono:
1. Il Progettista Strutturale, il Direttore dei Lavori ed il Collaudatore assevera gli interventi di passaggio a classi di rischio inferiore;
2. Oltre all’asseverazione del punto precedente, ed al progetto degli interventi, al momento della presentazione allo sportello unico dell’edilizia (SUE), prima dell’inizio dei lavori, va allegata anche la allegata Segnalazione di certificata di inizio attività (SCIA)o la richiesta di permesso di costruire;
3. Vanno utilizzati, per le relative procedure ed asseverazioni dei tecnici i modelli di cui agli allegati A e B.

Leggi anche: EDILIZIA: approvata la detrazione d’imposta pari al 90% per le facciate. oppure EDILIZIA: le detrazioni per la sostituzione degli infissi nel 2020. o anche EDILIZIA PRIVATA: come cambia il Dpr 380/2001 Testo Unico sull’edilizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *