EDILIZIA: quali sono le imposte ridotte per l’acquisto della prima casa?

 

Proviamo a fare un calcolo delle imposte per acquistare una prima casa con compravendita tra privati in edilizia.
Prendiamo ad esempio un acquisto di un immobile dell’importo di 135.000, va preso in considerazione, per il pagamento delle imposte, del valore catastale dell’immobile.
In particolare, se consideriamo, per detto immobile,  una rendita catastale pari a 750 euro, dobbiamo verificare l’esatto valore catastale.
Quest’ultimo si calcola moltiplicando la rendita catastale per il coefficiente fisso di 115,50, se trattasi di una prima casa.
Per cui il valore catastale è dato da : 750 x 115,50 (rivalutazione 1,05 x coefficiente 110)=86.625 su cui vanno calcolati gli importi delle imposte.
Le tasse da pagare sulla compravendita della prima casa, come suddetto, sono:
• Imposta di registro: 2% dell’importo come sopra calcolato di euro 86.625= Euro 1.732,50
• Imposta ipotecaria fissa di Euro 50,00;
• Imposta catastale fissa di Euro 50,00;

Leggi anche: EDILIZIA PRIVATA: le modalità di calcolo dei metri cubi vuoto per pieno. oppure LE RISTRUTTURAZIONI: quanto costa l’acquisto di un immobile senza agevolazione per la prima casa. o anche EDILIZIA: modificata la procedura del Sisma Bonus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *