TI DIAMO UNA MANO PER…gli affidamenti diretti e le semplificazioni

 

Con il Decreto Semplificazioni, approvato e diventato Legge 11.9.2020 n° 120, sono state apportate una serie di modifiche al Decreto Legislativo 50/2016,  per quanto riguarda gli affidamenti dei contratti di lavori, servizi, e forniture. In particolare, i commi 2 e 3 dell’articolo 1, evidenziano la facoltà per le stazioni appaltanti committenti, di poter procedere ad affidamenti diretti, seppur con limiti di importo.
In particolare, si evidenzia che è possibile utilizzare tale facoltà, per lavori di importo inferiore a 150.000 euro, ovvero per servizi di progettazione e ingegneria per un importo inferiore a 75.000 euro.
Diversamente, è utilizzabile la procedura negoziata, previo la consultazione di almeno cinque imprese o professionisti, per i lavori che vanno dai 150.000 euro ai 350.000 ovvero per servizi di progettazione, e ingegneria per un importo superiore a 75.000 euro.
Per i lavori che vanno dai 350.000 euro a 1.000.000 euro, si può procedere con la procedura negoziata, con la consultazione di almeno dieci imprese.

Leggi o scarica: EDILIZIA E NEWS: novità negli Appalti di lavori e servizi dal Decreto Semplificazione o EDILIZIA PRIVATA: modifica dei prospetti e cambio di destinazione d’uso con il Decreto Semplificazione o DECRETO SEMPLIFICAZIONE: demolizione con ricostruzione anche con la modifica della sagoma o DECRETO SEMPLIFICAZIONE: demolizione con ricostruzione anche con la modifica della sagoma o CANTIERE: con l’approvazione del Decreto Semplificazione subito sal, oneri da Covid 19 e proroghe per l’appaltatore.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *