SUPERBONUS 110%: cosa succede per gli immobili oggetto di sanatoria edilizia?

Cosa succede se l’immobile su cui eseguire i lavori oggetto del Superbonus 110% sono oggetto di istanza di condono edilizio? Per le istanze definite, e quindi in possesso di rilascio di concessione edilizia in sanatoria, questo diventa il titolo edilizio dell’immobile stesso conforme alle opere realizzate. Diversamente, in caso di mancato rilascio di concessione edilizia in sanatoria, per inerzia del proprietario dell’immobile o del comune, ovvero per insanabilità dell’abuso avremo che se l’istanza sarà definita successivamente con il rilascio di concessione edilizia in sanatoria, non ci sono problemi, diversamente se l’istanza di condono edilizio viene bocciata, il proprietario deve procedere al ripristino dello stato di fatto del titolo originario con demolizione di tutte le opere abusive, compreso della restituzione con relative ammende di eventuali inporti finanziati mediante il Superbonus 110%. Per gli abusi non sanabili non vi può essere alcun accesso al Superbonus 110%.

Leggi anche:

SUPERBONUS 110%: ma quando vanno inviate le asseverazioni dei lavori ?

SUPERBONUS 110%: cosa deve fare subito il proprietario per accedere al bonus?

SUPERBONUS 110%: l’unità immobiliare deve avere almeno tre impianti di proprietà

SUPERBONUS 110%: anche l’eliminazione delle barriere architettoniche può essere agevolato

SUPERBONUS 110%: oltre le asseverazioni dei tecnici anche la conformità?

SUPERBONUS 110%: un portale dedicato alle imprese

SUPERBONUS 110%: i vincoli per la detrazione fiscale del bonus facciate

SUPERBONUS 110% : un caso pratico, un garage che diventa abitazione?

SUPERBONUS 110% : conta la destinazione finale per l’accesso al bonus

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *