LA BIOEDILIZIA: la vermiculite espansa per i getti in calcestruzzo.

La Vermiculite Espansa utilizzata in bioedilizia, è usata per alleggerire i getti di calcestruzzo, ovvero per la realizzazione di intonaci resistenti al fuoco. Essa può essere altresì utilizzata per il riempimento di intercapedini, anche se bisogna stare attenti al riempimento di strutture verticali che può creare ponti termici. La Vermiculite Espansa, ha anche caratteristiche termiche e fonoisolanti,  è altresi chimicamente inerte,  nonchè esente da emissioni. La stessa è realizzata mediante magnesio idrato con un silicato di alluminio e con tracce di ossidi di ferro trattato ad alte temperature con espulsione del materiale che ha un’espansione che varia da 15 a 50 volte il volume originario. Trattato come rifiuto, la stessa verniculite, è riciclabile come l’inerte per il calcestruzzo. Il coefficiente di conducibilità è pari a: 0,059.

Leggi anche: BIOEDILIZIA: la pittura a calce per pareti interne ed esterne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *