LA BIOEDILIZIA: la carte da parati.

 

Le Carte da Parati si distinguono per tipologia di carta, che possono essere di tipo tessile, di tipo cellulosico o di di tipo vinilico.
Vediamo oper ogni tipologia alcune caratteristiche:
1. Le carte da parati di tipo tessile possono essere sia sintetiche che naturali e le colle utilizzate per la loro posa possono essere variamente emissivi di sostanze nocive.
2. Le carte da parati di tipo cellulosico se a superfice porosa, sono sconsigliati per le stanze in cui vi sono fumi impregnanti, Le carte da parati in carta, ma anche in in tessuto, purchè naturali e traspiranti non comportano controindicazioni.
3. Le carte da parati di tipo vinilico, non sono molto consigliabili, pochè elettrostaticizzano l’aria, inoltre favorisce il formarsi di condensa il proliferare di microrganismi . Inoltre i rivestimenti vinilici e le colle utilizzate per l’incollaggio per la loro posa possono essere variamente emissivi di sostanze nocive. Quelli in pvc, sono particolarmente pericolosi in caso di incendio.

Leggi anche: LA BIOEDILIZIA: la vermiculite espansa per i getti in calcestruzzo. e anche BIOEDILIZIA: la pittura a calce per pareti interne ed esterne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *