ULTIME NOTIZIE

HomeIn EvidenzaBONUS MOBILI: i documenti necessari per la detrazione fiscale

BONUS MOBILI: i documenti necessari per la detrazione fiscale

BONUS MOBILI
BONUS MOBILI

Dalla circolare dell’Agenzia delle Entrate n° 28/E del 25.7.2022, si evincono i documenti da conservare per usufruire del Bonus Mobili. In particolare, per detto Bonus, le spese detraibili vanno associate ad un intervento di ristrutturazione edilizia, ed è riconosciuto per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici effettuati nel 2021, su cui va calcolata la relativa detrazione, e ripartita in 10 quote annuali di pari importo, da detrarre dalla relativa denuncia dei redditi. Ricordiamo che, detto diritto, decade con la cessione dell’immobile o con l’estinzione del proprietario ed ha un limite massimo di spesa di 16.000 euro.
Per la detrazione di dette spese, va conservata e verificata, la seguente documentazione a testimonianza delle spese inerenti l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe A+, A ovvero per i forni e lavasciugatrici. Vediamo quali sono i documenti:

  • Fatture o scontrini di acquisto recanti i dati identificativi dell’acquirente o, in assenza, per gli scontrini è sufficiente che via sia una riconducibilità al titolare della carta di credito o debito, in base alla corrispondenza dei dati del pagamento dei beni e la specificazione della natura, qualità e quantità dei beni acquistati;
  • Documentazione dalla quale si evinca la classe energetica dell’elettrodomestico se previsto l’obbligo dell’etichetta o, in caso contrario, dichiarazione nella quale si attesta che per il prodotto acquistato non è ancora previsto tale obbligo (ad esempio, piani di cottura ad incasso);
  • Ricevute dei bonifici;
  • Ricevute di avvenuta transazione per i pagamenti mediante carte di credito o debito e relativa documentazione di addebito sul conto corrente;
  • Autocertificazione attestante l’utilizzo dei beni nell’immobile oggetto di interventi di ristrutturazione edilizia;
    Invece, per la documentazione inerente la data inizio lavori:
  • eventuali abilitazioni amministrative o comunicazioni richieste dalla vigente legislazione edilizia in relazione alla tipologia di lavori da realizzare, comunicazione preventiva per ASL ovvero, in caso si tratti di lavori per i quali non siano necessarie comunicazioni o titoli abitativi, dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 del DPR n. 445 del 2000.

Leggi o scarica:

Leggi anche:

BONUS MOBILI: solo con l’attivazione del Bonus ristrutturazioni ?

BONUS MOBILI 50%: le proroghe della Legge di Bilancio

BONUS MOBILI: novità in arrivo con la Legge di BilancioEDILIZIA: il bonus mobili ed elettrodomestici per il 2020.

SUPERBONUS 110%: non possono accedere gli immobili classificati con F/3

BONUS DELL’EDILIZIA: le possibili detrazioni per ristrutturare gli immobili

SUPERBONUS 110%: con il nuovo Decreto di Bilancio si può realizzare anche la coibentazione dei tetti degli immobili

SUPERBONUS 110%: cosa succede per gli immobili oggetto di sanatoria edilizia?

SUPERBONUS 110%: l’unità immobiliare deve avere almeno tre impianti di proprietà

SUPERBONUS 110%: anche una singola unità immobiliare in condominio puo’ usufruire del Bonus

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments

error: Contenuto protetto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi la Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi